Distribuisce una copia di “Squid Game”: condannato a morte

Distribuisce una copia di “Squid Game”: condannato a morte

La Corea del Nord ha un rigoroso divieto sull’importazione di film, spettacoli e serie dall’Occidente e dalla Corea del Sud, Paesi capitalistici invisi al governo di Pyongyang, e prevede condanne durissime ed estreme per la visualizzazione e distribuzioni di questi materiali video. Infatti uno studente è stato condannato a morte perché, di ritorno dalla Cina, aveva importato una copia di “Squid Game” su una chiavetta Usb e successivamente diffuso la serie tra gli amici.

Gli altri studenti e amici sono stati tutti arrestati, uno all’ergastolo per aver acquistato la serie e altri con l’intenzione anch’essi di acquistarla, costretti ai lavori forzati. Anche gli impiegati e insegnanti di quella scuola riceveranno la loro condanna, probabilmente saranno licenziati ed esiliati.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *