Rischio regioni in zona gialla per Natale

Rischio regioni in zona gialla per Natale

Ad oggi sono cinque le Regioni sopra quota mille nuovi contagiati: Veneto (+1.928 casi con tasso 5,3% calcolato su 36.256 test), Emilia-Romagna (+1.656 casi con tasso 7,7% su 21.507 test), Lombardia (+1.486 casi con tasso 3% su 50.122 test), Lazio (+1.376 casi con tasso 5% su 27.201 test) e Piemonte (+1.215 casi con tasso 2,5% su 48.798 test).

A lanciare l’allarme anche l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas): che in un report aggiornato a mercoledì scrive come in 6 Regioni le terapie intensive abbiano superato la soglia del 10% di occupazione. Un parametro che, insieme all’incidenza oltre 50 contagiati per 100mila abitanti e a quello dei ricoveri ordinari sopra al 15%, fa scattare la zona gialla.

Due Regioni sono già in giallo: Friuli Venezia Giulia (15% di intensive e 23% di ricoveri ordinari, con il rischio di scivolare in arancione nelle prossime settimane) e la Provincia di Bolzano (17% intensive e 19% ricoveri). A queste si aggiunge la Provincia di Trento, dove le rianimazioni sono occupate per il 17% ma i ricoveri ordinari sono al 12%, il Veneto (12% di intensive, 11% ricoveri ordinari), le Marche, la Liguria e il Lazio (con il 12% sia per le intensive che per i ricoveri). Vicina alla zona gialla anche la Calabria, con il 17% di ricoveri ordinari e le intensive al 9%.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *