Aggredito a Livorno 12enne perchè ebreo

Aggredito a Livorno 12enne perchè ebreo

Un dodicenne sarebbe stato insultato, preso a calci e colpito da sputi perché ebreo da due ragazzine di 15 anni in un parco di Campiglia Marittima (Livorno). Il fatto, secondo quanto raccontato dalla pagina Facebook del Comune di Campiglia, è accaduto domenica pomeriggio al parco Altobelli. 

Immediata la solidarietà alla famiglia e la chiamata del sindaco di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati, che manifesta sconcerto e commozione davanti a tanto orrore: “Inammissibile. Gravissimo. Sconcertante. Inimmaginabile – scrive sulla propria pagina Facebook -. Un ragazzino aggredito, picchiato, offeso, umiliato per il suo credo religioso. Apostrofato, deriso e assalito dagli sputi di due quasi adolescenti. Mi dispiace per la crudezza della descrizione, ma niente di paragonabile rispetto a quello che quel ragazzino si porterà dentro per sempre. Quanto accaduto deve interrogare le istituzioni, ma anche le famiglie, ed i cittadini tutti”.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.