Green pass in scadenza, cosa succede

Green pass in scadenza, cosa succede

Dal 1° febbraio la durata del certificato verde diminuirà da 9 a 6 mesi (dopo che il 15 dicembre 2021 c’era stato un primo taglio da 12 a 9 mesi). In quel giorno chi ha fatto la seconda dose nel periodo giugno-luglio 2021 (e non ha ancora fatto la terza dose), ossia chi ha un certificato nel settimo o ottavo mese di validità, lo vedrà inesorabilmente scadere. Di qui la necessità di affrettarsi a prenotare la terza dose per allungarne di altri sei mesi la validità.

Il ministero della Salute in questi giorni sta inviando una mail o sms a chi ha il certificato in scadenza, per ricordare la nuova durata del Green pass (sei mesi) e la necessità di fare la terza dose di vaccino anti-Covid.

L’oggetto del messaggio ministeriale è “Avviso certificazione verde Covid-19 in scadenza dal 1 febbraio 2022”. E nel testo si legge: «Dal 1 febbraio la Certificazione verde Covid-19 non sarà più valida in Italia, a seguito del passaggio da 9 a 6 mesi della durata di validità della Certificazione per vaccinazione oppure per guarigione post vaccinazione». «Dose di richiamo. Prenota ed effettua la dose di richiamo (booster) entro il 30 gennaio 2021 così potrai ottenere la nuova Certificazione che avrà una durata di sei mesi dalla data di somministrazione del vaccino».

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.