Aumento su pane e pasta: la guerra fa balzare i prezzi sui mercati

Aumento su pane e pasta: la guerra fa balzare i prezzi sui mercati

Il balzo dei prezzi sui mercati mondiali delle materie prime alimentari si registra nelle quotazioni del grano e della pasta, non solo sul petrolio.

E’ stato così lanciato l’allarme indicando che le quotazioni di grano tenero sono a livelli mai visti prima d’ora e le prime conseguenze potrebbero ricadere presto su consumatori e agricoltori. 

A gennaio sulla pasta era stato già registrato un aumento del 12,5% e potrebbe arrivare a costare il 30% in più rispetto dello scorso anno.  Il prezzo del pane, cresciuto del 3,7% lo scorso mese, potrebbe subire aumenti del 10%.

Gli analisti ritengono che l’aumento di due beni di consumo primari per gli italiani come pane e pasta possano gonfiarsi fino ad arrivare a un 50% in più.

Coldiretti spiega che le quotazioni del grano sono balzate del 5,7% nella sola giornata del 24 febbraio, subito dopo l’attacco della Russia all’Ucraina.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.