Aiuti alla popolazione ucraina anche da Cracco

Aiuti alla popolazione ucraina anche da Cracco

“Ci sono delle iniziative che stiamo cercando di portare avanti per sostenere le popolazioni coinvolte dal conflitto ucraino. Non è semplice, lo stiamo facendo attraverso i canali tradizionali, facendo rete con tutte le scuole alberghiere che hanno ragazzi che vengono da quei Paesi, stiamo cercando qualcosa di concreto che possa aiutare”.

Lo chef stellato Carlo Cracco, parlando di ciò che sta nascendo nell’ambito del progetto Ambasciatori del gusto, si propone per aiutare la popolazione Ucraina, a margine della sigla del protocollo d’intesa con Fiera Milano.

“Siamo cercando qualcosa di concreto che possa aiutare. L’unica cosa che possiamo dire è che è una cosa terribile”. A chi gli ha chiesto se la mancanza di turisti russi potrà colpire il settore della ristorazione lo chef ha spiegato che “dopo la pandemia credo che tutto sia più semplice. In pandemia non c’era né il russo, né l’americano, nessuno, peggio di quello credo non ci sia. Cercheremo di darci da fare e aggregarsi è proprio quello che serve”.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.