Elicottero disperso, ritrovati sul monte Cusna i corpi del pilota e dei 6 passeggeri

Elicottero disperso, ritrovati sul monte Cusna i corpi del pilota e dei 6 passeggeri

Nessun superstite. Quello che si temeva ora è una tragica realtà: sono stati ritrovati i corpi del pilota e dei sei passeggeri a bordo dell’elicottero scomparso giovedì mattina sull’Appennino tosco-emiliano e i cui resti sono stati avvistati oggi sul monte Cusna, cima reggiana.

Le vittime sono Corrado Levorin, 33 anni, padovano, elicotterista esperto, e gli imprenditori turchi Serhat Kenar, Arif Cez, Ilker Ucak, Altug Erbil e libanesi Chadi Kreidy e Tarek El Tayak.

L’elicottero si sarebbe schiantato sul greto di un torrente, il Lama, al passo degli Scaloni, 1.922 metri d’altitudine, a due chilometri dal rifugio Segheria. La zona è particolarmente impervia e c’era una tempesta in corso quando l’elicottero è arrivato in zona. Uno dei passeggeri libanesi ha inviato al figlio un filmato di pochi secondi prima che il velivolo fosse inghiottito nella bufera.

Sul luogo dell’impatto sono accorse tutte le forze che hanno partecipato alle operazioni coordinate dalla prefettura di Modena: l’Aeronautica militare, il Soccorso alpino, la Guardia di finanza, i carabinieri di Castelnuovo Monti. L’area è stata posta sotto sequestro. Drammatica la testimonianza di un militare dell’Aeronautica che ha pubblicato sul suo profilo Twitter.”Abbiamo avuto delle coordinate, siamo andati sul posto e abbiamo trovato tutto bruciato. L’elicottero è all’interno di una valle, vicino a un ruscello”.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.