Laura Pausini chiude al ritorno a Sanremo: “Non me la sentirei, nemmeno come conduttrice”

Laura Pausini chiude al ritorno a Sanremo: “Non me la sentirei, nemmeno come conduttrice”

Laura Pausini si è regalata una grande impresa per ripartire con la sua carriera, a trent’anni di distanza da quella storica vittoria di Sanremo con La solitudine datata 1993. La cantante ha infatti celebrato il traguardo con tre concerti straordinari, da dieci canzoni l’una, in tre diverse città nel mondo (New York, Madrid e Milano) nel giro di ventiquattr’ore. Un terzetto di live chiusi dal suo nuovo singolo, Un buon inizio, in arrivo il prossimo 10 marzo. Insomma, se ci fosse ancora bisogno di conferma, adesso possiamo dirlo con certezza: Laura è tornata, definitivamente. Ma non per andare a Sanremo…

Intervistata da Il Messaggero subito dopo la più grande impresa della sua carriera, Laura ha parlato dei suoi vecchi progetti, ormai accantonati, ha accennato ai nuovi, e ha anche detto la sua su un possibile ritorno al Festival di Sanremo, sia come conduttrice e direttrice artistica che in gara. Due ipotesi che non la allettano minimamente: “Io conduttrice? Non me la sento, non potrei essere distaccata da quelle decisioni, soprattutto se dovesse capitarmi di avere degli amici che vogliono andarci“.

E per quanto riguarda il ritorno in gara il discorso cambia, ma non la risposta finale. Non ci sarà un suo ritorno, perché rimettersi in gioco dopo tutto quello che ha raggiunto nella sua carriera, per Laura non sarebbe giusto: “Rispetto la decisione dei miei colleghi di andare in gara, dopo averlo vinto e con una carriera importante alle spalle. Io non ho questo coraggio e per me il Festival non è come andare al Grammy, è un’altra cosa. (…) bisogna rispettare quello che è stato creato insieme al pubblico, va rispettata la gerarchia“.

Sarà dunque lontano dall’Ariston che la cantante di Solarolo sceglierà di rimettersi in gioco, a partire dal nuovo singolo, in arrivo in questo marzo 2023. Si intitola Un buon inizio, ed è stato scritto dalla stessa Laura insieme a uno dei cantautori più apprezzati della sua generazione in Italia, Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari.

Una canzone che anticipa un nuovo disco di inediti in arrivo dopo un periodo di blocco creativo che durava dal 2021, anno in cui sentiva che in radio non passava più il suo classico pop, ma un genere molto diverso: “Ho provato sperimentazioni vocali, ho provinato alcune canzoni, una era firmata da Mahmood. Non era il mio, non funzionava. (…) Ci siamo interrogati su cosa pensa la gente che non è il mio pubblico e cosa si aspetterebbe da me. Questa nuova canzone di Riccardo è il manifesto della mia ripartenza“.

Fonte: Notiziemusica.it

Share

Potrebbe Interessarti